Geotermico - Benvenuti nel mondo delle energie rinnovabili

Vai ai contenuti

Menu principale:

Geotermico

Prodotti

L'energia del sole



Il sole è la fonte energetica più importante per la terra; da essa dipende la vita, in tutte le sue forme. L’energia del sole, rappresenta il punto di partenza per le catene chimiche e biologiche sul nostro pianeta ed allo stesso tempo costituisce l’unica forma energetica veramente pulita e rinnovabile a disposizione dell’Uomo.




Al centro del sole, con temperature di alcuni milioni di gradi centigradi, ha luogo un processo di fusione termonucleare in cui due nuclei di Idrogeno si fondono in un nucleo di Elio sprigionando una quantità immane di energia che si propaga nello spazio sotto forma di onde elettromagnetiche. Questa dopo aver fatto un viaggio di 143 milioni di chilometri, arriva sulla Terra con una intensità di circa 1.000 W/m2 così, in soli 15 minuti, il Sole ci regala più energia di quanta l’intera umanità ne usa in un anno.




Per capire meglio, basta pensare che ogni anno l’Italia riceve dal Sole l’equivalente di un barile di petrolio per ogni metro quadrato di territorio. Qualcosa come 300 miliardi di barili di petrolio quindi, arrivano dallo spazio ogni anno gratis e senza inquinare. Aspettano solo di essere sfruttati in modo intelligente.


Geotermia... la soluzione a un grande problema

La geotermia, dal Greco «geo» terra e «thermos» calore, è il calore naturale della terra. Più conosciuta in Italia come produzione di energia elettrica per lo storico impianto di Larderello, la geotermia è anche quella che da sempre permette al mondo animale di sopravvivere ai rigori dell’inverno. Quasi la metà dell’energia gratuita che il sole ci manda ogni giorno infatti, viene assorbita e immagazzinata dagli strati superficiali del terreno, dove rimane a temperatura pressoché costante per tutto l’anno. Con appositi Scambiatori inseriti nel terreno e abbinati ad una Pompa di Calore, i sistemi Geotermici messi a punto da EnerWell sfruttano questa grande quantità di energia termica immagazzinata nel sottosuolo per scaldare la Tua casa in inverno o raffrescarla in estate. Energia a basso costo, pulita e rinnovabile… ma non è la soluzione ad uno dei più grandi problemi dell’umanità?






In inverno

Durante l’inverno la temperatura dell’aria si abbassa rapidamente fino a diventare freddissima, mentre quella del terreno rimane pressoché costante. L’impianto geotermico estrae questo calore per riscaldare la Tua casa.


In estate

In estate l’aria si scalda mentre quella del terreno rimane pressoché costante. L’impianto geotermico inverte il suo ciclo catturando il calore all’interno della Tua casa e lo cede al terreno.

Il concetto di geotermico



Sembrerebbe una magia di mago Merlino….. invece è una tecnologia affidabile e sperimentata che deve la sua grande economicità ad un principio fisico naturale.




L’impianto Geotermico è un sistema in grado di trasferire calore da un ambiente a bassa temperatura (il Tuo giardino) ad uno a temperatura più alta (la Tua casa) con grande vantaggio energetico. Tale vantaggio deriva dalla sua capacità di fornire più energia (calore) di quella elettrica impiegata per il suo funzionamento. In molti paesi del nord Europa con Svezia e Norvegia in testa, i sistemi geotermici superano numericamente quelli classici a combustione. In Italia purtroppo, per i soliti motivi, sono lungi dall’essere ben pubblicizzati. Vita lunghissima, manutenzione quasi inesistente e bassissimo costo di esercizio, garantiscono a chi vede più in la del proprio naso, grandi vantaggi economici.




Come funziona
In natura il calore si trasmette sempre da una fonte a temperatura più alta ad un oggetto a temperatura più bassa. La Pompa di Calore con una serie di processi termodinamici ed una modesta quantità di energia elettrica, inverte questo processo fisico naturale trasferendo calore dalle sorgenti a bassa temperatura, che abbondano, ad elementi a temperatura più alta. Il segreto è nel particolarissimo Fluido contenuto nel circuito che, anche con temperature insignificanti per un impianto di riscaldamento convenzionale, evapora innescando il ciclo.





Sistemi di captazione



I sistemi di captazione geotermica sono sostanzialmente di tre tipi, la scelta tra queste tipologie viene fatta in base alle specifiche condizioni dell'edificio da servire.


CAPTAZIONE ORIZZONTALE

Il calore è prelevato dal suolo attraverso una fitta rete di sensori (tubo di plastica in polietilene reticolato o PER), all’interno del quale circola una miscela di acqua e antigelo. Necessita di una superficie esterna tra il 100% e il 150% della superficie da riscaldare. La rete di sensori è interrata tra 60 e 80 cm di profondità. Quando gli spazi esterni lo permettono, è una soluzione molto interessante, in quanto non ci obbliga a realizzare i più costosi pozzi in profondità.




CAPTAZIONE VERTICALE

Quando la superficie esterna disponibile non è sufficiente il calore viene prelevato dal suolo attraverso una o più sonde verticali inserite in pozzi di piccolo diametro che, in funzione dell’energia termica richiesta e del tipo di terreno sottostante, possono raggiungere ed anche superare i 100 metri di profondità.




CAPTAZIONE SU FALDA FREATICA
Quando nel sottosuolo ci sono falde freatiche di una certa importanza, l'acqua viene pompata direttamente nello scambiatore e dopo aver ceduto il suo calore al sistema viene inviata al pozzo di scarico, normalmente situato almeno 10 metri più a valle del pozzo di prelievo.




Applicazioni e vantaggi



Molto diffusi in tutto il nord Europa con Svizzera e Svezia in testa, dove coprono oltre il 50% delle istallazioni residenziali, gli Impianti Geotermici si stanno prepotentemente guadagnando anche in Italia lo spazio che meritano e che fino ad ora, soprattutto per falsi pregiudizi dettati da interessi economici avversi, non hanno potuto avere.

A torto, ritenuti più costosi di quelli convenzionali, alla luce di un’attenta analisi si guadagnano ben presto la stima che meritano dimostrando tutta la loro economicità e riuscendo in certi casi a sfatare anche il luogo comune che li fa credere più costosi in partenza. Molto spesso infatti non consideriamo nel costo degli impianti convenzionali spese che a tutti gli effetti ne fanno parte e che non servirebbero con impianti Geotermici. Fra questi ricordiamo:



  •Spese per realizzare la centrale termica o il locale caldaia
  •Spese per realizzare canne fumarie e camini vari
  •Spese per scavi e basamenti per la cisterna del gasolio o il bombolone del Gpl
  •Spese per le varie porte tagliafuoco e dispositivi di sicurezza caldaia
  •Spese per allacciamento del gas fino al locale caldaia

...inoltre con un Geotermico non dovremo fare nessun ulteriore investimento per:

  •Impianti per la produzione di acqua calda sanitaria
  •Impianti destinati alla climatizzazione estiva

...e non avremo:

  •Spese per la pulizia delle canne fumarie e dei camini
  •Spese per la pulizia annuale obbligatoria della caldaia o del bruciatore
  •Spese per la regolazione della combustione
  •Spese per il controllo dei fumi obbligatorio
  •Spese di anticipazione per stoccaggio carburante (gasolio o Gpl)

Appurato quindi che l’investimento iniziale per un buon Impianto Geotermico è addirittura uguale o di poco superiore rispetto a quello di un impianto convenzionale, è facile capire perché le nazioni del nord Europa ne fanno un così largo uso. Questo infatti non brucia costosi e inquinanti combustibili fossili, quindi, i suoi costi di esercizio sono bassissimi. L’unica spesa infatti è quella della corrente necessaria alla Pompa di Calore per trasferire il calore gratuito della terra fino alla nostra casa ottenendo così risultati sorprendenti:


  •Risparmio effettivo sul riscaldamento e la produzione di ACS dal 55% al 70%
  •Risparmio effettivo per raffrescamento estivo fino al 80%
  •Aumento dello spazio abitativo diversamente destinato ad impiantistiche solitamente più voluminose
  •Incremento del valore immobiliare (una casa con impianto di riscaldamento Geotermico vale di più)


 
Copyright 2016. All rights reserved.
Torna ai contenuti | Torna al menu